Veniamo tutti da una storia lunga fatta di padri e di madri che sono stati a loro volta figli di padri e di madri.
Quando la vita ti mette davanti alla responsabilità della cura di un cucciolo d’uomo sei chiamato a prendere contatto con la tua storia, con le tue ferite, con le tue gioie. Con i bimbi apriamo una nuova storia e loro entrano a far parte di quella storia antica.
Spesso l’urlo che fai a tuo figlio, il bisogno di proteggerlo da una verità della vita, il desiderio di non lasciarlo andare non ha a che fare con lui, ma col bambino che sei stato. Quel bambino – il figlio che eri – va ascoltato, capito, curato ed offerto al bimbo che la vita ti ha donato. Se non ascolti il tuo bambino accuserai tuoi figlio delle tue paure, delle tue rabbie, del tuo desiderio di non lasciarlo andare. Quel tuo antico bambino va ascoltato per poter ascoltare, accogliere e comprendere tuo figlio.
Per una nuova storia con lui…